sostieni la clessidra donando il tuo 5x1000
Chi Siamo

Logo La Clessidra

LA CLESSIDRA è una Associazione ARCI di Volontariato che svolge la sua azione attraverso servizi e attività per contribuire allo sviluppo della cultura dell’infanzia e per sostenere la genitorialità.

Nel 1991, a Sesto Fiorentino, si formò un gruppo di donne unite da sentimenti di amicizia e da interessi professionali che guardavano la comunità come un luogo bisognoso di cura e di partecipazione attiva. Le accomunava l’idea che i bambini e le bambine dovevano essere considerati persone portatrici di bisogni e di diritti legati a quell’età della vita umana che si chiama infanzia. Ed erano consapevoli, sia per storia soggettiva che per le conoscenze legate al lavoro di educatrici o di insegnanti, che anche la coppia, i genitori e la famiglia si stavano incamminando verso un tempo d’esperienza nella solitudine, nello stress quotidiano, nell’ansia delle relazioni difficili, nella difficoltà di riconoscere e ascoltare i sentimenti che animano i cuori delle donne e degli uomini.

Durante una serata di particolare intesa e di condivisa allegria decisero di fondare un’associazione a sostegno della famiglia. Sarebbe stata un’associazione di volontariato  perché questa è un’attività antica quanto l’umanità, nata dal bisogno di aiutarsi reciprocamente. Si sarebbe chiamata “La Clessidra” perché questo strumento ricorda il tempo nel quale ogni uomo e ogni donna viaggia e passa attraverso la vita. Si sarebbe riconosciuta nel movimento associativo ARCI per raccogliere da esso la tradizione della mutualità, solidarietà, promozione culturale e uso del tempo libero insieme (Atto Costitutivo, Statuto, Variazione Sede e Codice Fiscale, Iscrizione Albo Provinciale Volontariato).

Partirono per questo viaggio animate dalla volontà, con l’obiettivo di voler organizzare tempi, spazi e luoghi d’incontro e di confronto per i genitori, di socializzazione e di crescita per i bambini e le bambine. Un percorso di partecipazione da fare insieme a tutti quelli che avrebbero scelto di viaggiare con loro.

Cominciarono nel 1992 aprendo sul territorio uno spazio ludico:  Il Cappell’Ajo Matto. Questo nome, proposto da un noto artista del territorio sestese, sta a significare “il cappello dell’educatore matto”  per indicare colui che sa aiutare e stimolare i bambini e le bambine a conoscere la realtà anche attraverso codici diversi da quelli convenzionali.

Un primo passo verso l’esperienza di questi lunghi anni che nel corso del tempo si è trasformata e arricchita insieme ai volontari, agli esperti e alle famiglie  che hanno accompagnato e sostenuto l’associazione con la loro presenza attiva.

Quel gruppo di donne di allora si è modificato, c’è chi è rimasto e chi ha scelto  altri luoghi e modi di espressione del proprio volontariato. Chi è rimasto, oggi attraverso le pagine di questo sito, vuole descrivere e raccontare le scelte, le esperienze, le iniziative e i servizi che contribuiscono a radicare nel territorio l’immagine identitaria de La Clessidra.