Valori di Riferimento PDF Stampa E-mail

L’educazione ai valori è una scelta politica, etica ed educativa che La Clessidra ha fatto nel corso della sua esperienza.

Con l’associazione di volontariato abbiamo voluto esprimere la nostra azione politica per contribuire in modo attivo e pratico al ben-essere della comunità e dei cittadini che la abitano, prima di tutto la famiglia.

Il volontariato è il principio etico che abbiamo scelto per gestire e praticare la nostra libertà di individui nel rispetto degli altri. E’ in questa cornice di riferimento che si inseriscono i valori delle nostre azioni sociali, culturali, formative, educative.

Ci siamo dette che chi si vuole occupare di educazione deve fare delle scelte morali e mettere in pratica i valori cui si è ispirato e che ritiene irrinunciabili o fondamentali rispetto alle donne e agli uomini che vogliamo contribuire a formare. Abbiamo condiviso la riflessione che l’educazione ai valori è un’azione continua che ha bisogno di coerenza fra pensiero e comportamento nella consapevolezza che i comportamenti degli adulti diventano, inevitabilmente, riferimento per quelli dei bambini e delle bambine.

Infine abbiamo scelto i “nostri“ valori - 10 - insieme ai fondamenti delle ragioni che li motivano. Li abbiamo selezionati ritenendo indispensabile approfondirne e divulgarne la conoscenza tra educatori, genitori, bambini, perché nella loro pratica prende avvio la nostra pedagogia e su questi “transita” nel portare a realizzazione il proprio impegno formativo e educativo.

Logo Borsa dei Valori

Identità

Perché ogni persona ha diritto di essere riconosciuta ed essere aiutata a crescere nella ricerca della sua unicità.

Diversità/Uguaglianza

I bambini hanno diritto, proprio per uguaglianza, alla libertà di pensiero e di espressione. Tutelare il diritto all’uguaglianza richiama in sé l’accettazione e il rispetto di un altro diritto: quello  della diversità. Si educa all’uguaglianza quando con i comportamenti e gli atteggiamenti trasmettiamo il riconoscimento della diversità come caratteristica imprescindibile della nostra unicità di persone.

Affetto/Cura/Aiuto

Tutte le persone, bambini e adulti, per sentirsi bene con se stessi hanno bisogno di ricevere affetto, cura e aiuto. Tutte le persone per sentirsi bene con gli altri devono aver fatto esperienza cariche di affetti, cura e aiuto.  Soltanto in questa dimensione esperenziale si può saper dare, saper chiedere e saper ricevere.

Cultura

Il termine concetto di cultura, inteso nella sua duplice concezione umanistica e antropologica, acquista significato valoriale in riferimento allo sviluppo della formazione personale e dell’identità culturale aperta alle integrazioni con le diverse etnie presenti nel tessuto sociale di appartenenza.

Ambiente

La vita degli esseri umani si sviluppa nell’ambiente. L’equilibrio dell’ambiente naturale è influenzato da più fattori e la complessa interazione fra questi e gli esseri viventi dà origine all’ecosistema.  L’ambiente va mantenuto in equilibrio  per preservare gli ecosistemi e la vita: come tale è uno dei valori più importanti dell’educazione cui fare riferimento per assicurare una crescita sana e in sintonia con ciò che circonda gli abitanti di questo pianeta.

Pace/Non violenza

Nelle parole dei bambini e delle bambine la pace è:

… "Quando il babbo e la mamma non mi brontolano" … "Quando vado a fare la passeggiata con il babbo è pace" … "Anche quando la mamma si mette  il rossetto" … "Se si ride è pace" … "Quando nel prato ci sono le margherite" … "Quando si fanno le capriole" … "Quando sono felice" … "Quando la mamma mi legge i libri" … "Quando al mare faccio il bagno" … "Uno si sposa e fa la pace" … "Prima ci si arrabbia e poi si fa la pace" … "Quando si danno i bacini" … "Il mio gatto fa la pace con le fusa" … "Il mio cane ringhia" … "Allora non fa la pace".


La pace comincia nei “piccoli” gesti del quotidiano, nella speranza di diventare valore universale che raccoglie in sé tutti gli altri. Non violenza è una visione del mondo e della vita che non esclude il conflitto, ma si propone di estendere a tutti la conoscenza, perché i conflitti siano affrontati e risolti senza ricorrere alla violenza. Il valore della non violenza si sposa con la condivisione e la partecipazione alle scelte, col ricorso alla ragionevolezza, al rispetto dell’altro e all’equilibrio della convivenza.